Se vuoi lasciare il tuo lavoro quest’anno per mettersi in proprio, sei in buona compagnia: ci sono un sacco di donne imprenditrici che fanno le onde. Se stai pensando di fare una grande mossa nel 2017, c’è una ricchezza di conoscenze da cui attingere. Fascino parlato con 10 titolari di aziende femminili di successo, e sono qui per dirti perché hanno fatto il salto di qualità e hanno dato il loro miglior consiglio pratico e di ispirazione in modo da poter fare lo stesso.

Danielle Tate, 35 anni, fondatrice di Miss Now Mrs. e autrice di Imprenditore elegante

Perché lei ha smesso: “Ho lasciato uno stipendio a sei cifre e una Land Rover di compagnia perché desideravo la libertà di creare la mia definizione del successo, il potere di avere le mie idee e farle accadere”, dice. “Ho anche avuto un nuovo capo davvero terribile che si è preso il merito dei miei successi e ha confuso alcuni dei miei più grandi affari”.

Come puoi seguire il suo esempio: “Assicurati che ci sia un mercato che acquisterà il tuo prodotto o servizio prima hai iniziato la tua azienda “, afferma.” Potresti avere una grande idea, ma se non ci sono abbastanza persone da acquistare da te, la tua azienda non avrà successo. Quando ho avuto l’idea di un servizio di cambio di nome online per le spose, ho setacciato i dati del censimento e ho scoperto che ci sono 2,3 milioni di matrimoni negli Stati Uniti ogni anno, e poi ho scavalcato gli articoli del giornale per verificare che l’88% delle donne cambi il loro nome. Questa ricerca mi ha mostrato che c’era un enorme mercato rinnovabile per il mio servizio, quindi mi sono sentito a mio agio spendendo più tempo e denaro per creare la mia azienda “.

Martha Henry, 26 anni, proprietaria di Wicked Heathens

Perché lei ha smesso: “Lavoravo nel reparto marketing di una società finanziaria”, spiega. “Sentivo di non essere in grado di usare il mio lato creativo e odiavo le ore impegnative, per essere onesti, era un lavoro di succhia-anima, avevo bisogno di una carriera che mi permettesse di essere creativo e mi desse anche la libertà di cui avevo bisogno “.

Come puoi seguire il suo esempio: “Trova un mercato locale per ottenere feedback sul tuo nuovo prodotto o servizio”, afferma. “È un ottimo modo per ottenere visibilità e vedere come le persone reagiscono alla tua nuova attività: ho trovato un mercato artigianale a Brooklyn e ho venduto i miei gioielli lì. Sono stato in grado di ottenere feedback dai clienti su quali pezzi piacevano o non piacevano. Questo mi ha permesso di modificare la mia collezione per quello che la gente voleva “.

Erica Perebijnos, 31 anni, proprietaria di EP Designhouse

Perché lei ha smesso: “Ho lasciato il mio lavoro di marketing aziendale a tempo pieno perché volevo più tempo per essere a casa con mio figlio”, dice. “Ho avuto solo un congedo di maternità di sei settimane e non è stato abbastanza, ho preso la decisione di andarmene e iniziare la mia attività quando avevo circa tre mesi.Ho sempre amato il marketing e il design, sono autosufficiente ho insegnato e sono dannatamente bravo-così ho iniziato a parlare con i proprietari di aziende femminili che conoscevo e ho detto loro che stavo iniziando la mia agenzia.Proprio i miei servizi gratuitamente per un po ‘solo per spargere la voce.Ora gli affari vanno a gonfie vele ed è tutto stato dal passaparola. “

Come puoi seguire il suo esempio: “Collaborare è molto, molto importante”, dice. “Un mio grande motto è” non odiare, collaborare “. C’è spazio per tutti, e se riesci a creare qualcosa di straordinario che riceve molta attenzione lavorando con un collega, perché no? I nostri scatti collaborativi sono l’esempio perfetto di questo: riunisco da 5 a 10 marchi, organizzo un servizio straordinario, Dare a tutti tutte le foto quando sono terminate e richiedere che tutti taglino tutte le parti coinvolte durante la pubblicazione. Il risultato finale è la crescita del business per tutti. “

Rachael Bozsik, 24 anni, fondatore di The Brand Girls

Perché lei ha smesso: “Ho lasciato il mio nove a cinque perché volevo diventare il capo del mio mondo e aiutare le altre donne a fare lo stesso”, dice. “Più e più volte, guardavo le mie fidanzate del college con grandi sogni e aspirazioni che si accontentavano di carriere che non si allineavano con loro: passavano dal voler essere un pianificatore di eventi di alto livello a lavorare come segretarie per una società di architettura del paesaggio. giorno ed età in cui le donne sottovalutano le loro capacità e gli uomini sopravvalutano il loro.Questo fuoco è cresciuto in me, e sapevo che avevo bisogno di usare la mia voce per aiutare la prossima generazione di donne. “

Come puoi seguire il suo esempio: “Siediti e fai il brainstorming di tre persone che puoi arruolare durante i tempi difficili imminenti, e doppiagli la tua” commissione per aumentare la fiducia “, dice. “Fare il salto è spaventoso – ti troverai ad affrontare alcune ore oscure.” Dopo aver arruolato il tuo comitato, mettiti a sedere e fai sapere loro come stai per vivere da uno spazio di coraggio, ma ci saranno momenti in cui sarai pauroso, metterai Abbandonati e non fidarti delle tue capacità creative: far sapere loro che parte di essere in questo comitato significa che è il loro lavoro non lasciarti ascoltare o credere alle piccole idee folli nella tua testa “.

Shan-Lyn Ma, 39 anni, fondatore e CEO di Zola

Perché lei ha smesso: “Ho sempre desiderato essere il fondatore di una start up tecnologica, ma non mi sono mai sentito pronto”, dice. “Ho lavorato a due start-up con ispiratrici fondatrici che erano anche imprenditori, creando un business per la prima volta, nel 2012 sono diventato Chief Product Officer di Chloe + Isabel, ci sono stato per poco tempo prima che mi rendessi conto che Pensavo costantemente di iniziare qualcosa di mio, Potrei non essere mai qualificato come penso di essere, ma devo farlo. Ho dato il mio capo un sacco di tempo per trovare il mio sostituto, ma mi sono dimesso nel momento in cui ho saputo che dovevo partire per uscire da solo. “

Come puoi seguire il suo esempio: “Non avviare un’impresa come strategia in fuga dal tuo attuale lavoro”, avverte. “Dovresti uscire da solo se è tutto ciò che sogni di fare e non puoi immaginare altro: la vita media di una start-up è di oltre sette anni, quindi sappi che ti stai impegnando in qualcosa che bisogno di rimanere entusiasti e appassionati per gli anni a venire. “

Kasia Wisniewski, 28 anni, proprietaria di Collected Edition

Perché lei ha smesso: “Ho iniziato la mia carriera con il lavoro dei miei sogni, lavorando come designer nella moda di lusso”, dice. “Alcuni anni dopo, mi sentivo infelice e insicuro del mio percorso, penso di aver perso molto della gioia del lavoro, ed ero troppo giovane per essere così bruciato. Allo stesso tempo, ho trovato Mi sono orientato sempre più verso la fabbricazione digitale e con l’aiuto digitale. Inizialmente ho iniziato alcuni progetti collaterali con il mio fidanzato – ora marito – al di fuori del lavoro, ma le lunghe e imprevedibili ore dell’industria della moda hanno reso quasi impossibile qualsiasi reale progresso. Ho risparmiato un po ‘di soldi, ho finalmente preso il largo di lasciare il mio lavoro e due mesi dopo ho lanciato la mia prima collezione di accessori “.

Come puoi seguire il suo esempio: “Lasciare un lavoro stressante con lunghe ore è stato liberatorio in molti modi, ma è stato anche spaventoso e isolante”, dice. “Poiché sono un unico proprietario e la mia attività è basata online, passo molto tempo lavorando da solo. Quando stavo per iniziare, tutto quel tempo solitario non strutturato mi rendeva un po ‘pazzo. giravo, mi sentivo come il mercoledì, e trascorrevo tutto troppo tempo in tuta da ginnastica, ho iniziato a tenere lezioni qualche pomeriggio alla settimana, fatto volontariato in una scuola locale il lunedì, e mi sono unito a un gruppo di corsa serale. il lavoro e la ricreazione programmata mi hanno costretta a indossare abiti veri, mi hanno ricordato quale giorno della settimana era, e mi hanno aiutato a sentirmi come una persona vera. “

Cassie Galasetti, 34 anni, proprietaria di Social Sidekick Media

Perché lei ha smesso: “Quando il mio fidanzato di lunga data e io ci siamo lasciati, alcuni anni fa, sono andato in Nicaragua per un viaggio di surf e yoga per sole ragazze”, dice. “All’epoca, avevo solo navigato un paio di volte e non ero mai stato fuori dal paese – e sicuramente non solo fuori dal paese.Per qualche motivo, però, sapevo che questo era un viaggio che dovevo andare avanti. 12 donne straordinarie provenienti da tutto il mondo e diventarono immediatamente amici con loro.Non avevo mai incontrato così tante donne che mi ispirarono e mi fecero sentire così orgoglioso.Dopo quel viaggio ho avuto un continuo caso di voglia di girovagare.E da quel momento in poi, ero certo che stare seduto a una scrivania non sarebbe stato parte del mio futuro. “

Come puoi seguire il suo esempio: “Ho lavorato da nove a cinque lunedì a venerdì e le mie attività di pubbliche relazioni in ogni altro momento della settimana in cui non ero al mio solito lavoro”, dice. “Mi sono svegliato presto, sono rimasto alzato fino a tardi e ho lavorato ogni fine settimana. Questo tipo di stile di vita non era così per me, mi piace il mio sonno e il mio tempo libero per guardare SVU maratone, ma dopo alcuni mesi ho notato che ero felice. Ci sono state molte volte in cui non pensavo di poter fare ciò che mi veniva chiesto. Ma dire sì – felicemente! – a tutto ciò consentirà alla gente di sapere che sei affidabile e puoi portare a termine il lavoro. C’è sempre tempo per finire il lavoro, se proprio lo vuoi. “

Jenny Dorsey, 26 anni, proprietaria di Jenny Dorsey Culinary Consulting e I Forgot It’s Wednesday

Perché lei ha smesso: “Ho realizzato solo dopo aver avuto il mio ‘lavoro dei sogni’ tutto ciò che avevo immaginato non era gratificante, era una facciata di successo”, dice. “Avevo fatto un lavoro affascinante nella consulenza manageriale nella moda e nei beni di lusso a New York City, e volevo disperatamente mostrare quanto ero felice – mi sono fatto morire di fame, ero morto senza comprare marche che non potevo permettermi, Ho postato tutta la mia vita su Facebook, ma all’interno ero infelice, ho deciso di iscrivermi alla Columbia Business School come via d’uscita, ma nove mesi [in], ho deciso di fare un tuffo sfrenato e andare alla scuola di cucina. freelance nel settore alimentare per trovare me stesso. “

Come puoi seguire il suo esempio: “Fallo e fallo adesso”, dice. “Non c’è un ‘buon momento’ per fare un grande cambiamento nella tua vita.Questo è quello che ho capito.Non c’è un giorno conveniente, come un sabato soleggiato casuale.Questo è quello che ho capito quando stavo cercando di lasciare la scuola., dovrei sporgere per un altro semestre? Un altro anno? È stato un momento così brutto! Ma è così che sarà sempre. “

Meghan Donovan, 31 anni, proprietario di comunicazioni mmd

Perché lei ha smesso: “Mi sono seduto un pomeriggio e ho scritto fisicamente quello che mi piaceva del mio lavoro e quello che non mi piaceva”, dice. “Ciò che è diventato subito importante era che non avevo solo bisogno di un nuovo lavoro, avevo bisogno di uno stile e un’atmosfera di lavoro completamente diversi, volevo essere il padrone della mia soddisfazione professionale, non volevo più sentirmi dipendente dalla leadership senior per rendermi felice, non volevo più solo la gratificazione di dire alla gente i grandi nomi, i marchi riconoscibili su cui stavo lavorando, non volevo più lavorare in un ambiente che non mi faceva sentire sfidato o ispirato. davvero, veramente voluto – e che stava disperatamente disperso – era la realizzazione. “

Come puoi seguire il suo esempio: “Prima di iniziare il lavoro autonomo, devi prima accettare che non saprai da dove viene il tuo prossimo stipendio”, dice. “Sapendo che vivevo nella città più cara del mondo, ho messo nero su bianco per determinare cosa mi costava vivere ogni mese a New York, ho firmato un account Mint per costruire un budget e per due mesi, Ho rintracciato le mie spese e, una volta che ho avuto un’idea di ciò che ho speso, ho costruito per me un foglio di spesa che comprendeva affitto, assicurazione sanitaria, generi alimentari, viaggi e servizi pubblici, sapevo che volevo risparmiare sei mesi di spese di soggiorno prima di staccare la spina dal mio lavoro aziendale, in modo che quando arrivava il momento di immergermi nel risparmio, mi sentivo bene a farlo, quindi fai i conti e inizia a risparmiare di conseguenza prima di alzarti e lasciare il tuo lavoro. fuori linea per averlo fatto. “

Stephanie Wolf, 36 anni, fondatrice e amministratore delegato di SWPR

Perché lei ha smesso: “All’epoca in cui andavo da solo, avevo lavorato per diversi anni in agenzie di PR grandi e piccole a Manhattan”, dice. “Ho imparato tanto da loro, ma ho desiderato ardentemente di essere coinvolto in progetti che risuonassero per me e che i clienti facessero un lavoro significativo nel mondo. Se avessi intenzione di rimanere in un settore di servizi per i clienti, sapevo che avevo bisogno di amare i miei clienti. Stavo anche cercando un’interazione più personale, calda e collaborativa con i miei clienti rispetto alla cultura un po ‘robotica che può esistere con i conti delle grandi parrucche “.

Come puoi seguire il suo esempio: “Resta organizzato,” dice lei. Gestire la propria attività è una proposta incredibilmente orientata ai dettagli: ci sono un milione di cose micro e macro da gestire ogni giorno. Avere un sistema funzionale – quello che funziona per te, perché siamo tutti diversi – per rimanere organizzato abbastanza da non lasciare che le cose cadano attraverso le fessure. Essere organizzato e completo mi ha dato la mia carriera. Mi ha permesso di destreggiarsi tra nuove attività e lavoro esistente, di gestire più client e progetti e di aiutare a ricordare ai miei clienti e ai contatti che contano. Essere organizzati e orientati ai dettagli abbastanza da dare la priorità alle persone è fondamentale. “