La sessualità nella musica pop è un concetto sfumato, specialmente con le artiste. Da un lato, dà potere se un artista controlla completamente le immagini sessuali che mette nel mondo (come Madonna). Ma è degradante se è solo provocatoria a placare la sua gestione, come Camila Cabello, che ha confessato l’anno scorso di aver provato pressione per “sessualizzare” la sua immagine mentre era in Fifth Harmony. È complicato sapere quale versione della sessualità pop stai guardando, naturale o forzata, perché è uguale sulla carta. E anche loro suonano lo stesso. Se un artista ha voce (o convinzione) nelle parole che canta, la traccia è positiva al sesso. Ma se la sessualità è prodotta – anche solo una parola – è problematica.

L’ultimo singolo di Ariana Grande “God Is a Woman” è un primo esempio di una canzone innegabilmente positiva al sesso. Per prima cosa, la lista di rallentamenti dell’R & B Grande come scrittore, e ha chiarito le sue intenzioni su Twitter. “Il sesso è potere, è la fonte di tutta la vita”, ha scritto. Puoi controllare il tweet di Grande per te, di seguito:

Queste 10 altre canzoni, di seguito, rientrano nella stessa categoria di “Dio è una donna”. Fai un ascolto per te stesso.

Beyoncé, “Colpo”

Beyoncé è uno dei principali cantautori di “Blow”, un’ode sensuale e discreta al sesso orale. “Puoi mangiare i miei birilli? È il più dolce nel mezzo”, Bey canta con forza e sicurezza. Inchinarsi.

Britney Spears, “tocco della mia mano”

La sessualità adiacente lolita Spears emessa nelle prime fasi della sua carriera è stata probabilmente prodotta, ma con il suo quarto album, Nella zona (2003), ha fermamente preso il potere con otto crediti di songwriting. Uno di questi brani è “Touch of My Hand”, dove Spears proclama il suo amore per la masturbazione su un pesante strato di Auto-Tune. Spears ha difeso i testi della canzone in un’intervista del 2003 con Diane Sawyer, dicendo: “[La masturbazione] è una realtà che abbiamo. [È] qualcosa di sacro e qualcosa di cui volevo scrivere.”

Madonna, “Erotica”

Madonna ha sempre incorporato il sesso nella sua musica, ma è la più onesta su “Erotica”, una canzone trip-hop con testi come “Lascia perdere e lasciami fare” e “Metti le mani su tutto il corpo “. Il manifesto sessuale di Madonna è particolarmente importante perché colloca le donne esattamente al posto di guida. Lo senti assolutamente su “Erotica” (“Sono responsabile e ti tratto come un bambino”, canta), ma è anche presente nelle sue canzoni più addomesticate, come “Esprimi te stesso” – “Non accontentarti del secondo meglio, piccola. “

The Aces, “Physical”

Anche cantare sulla tua mancanza di interesse sessuale può essere positivo per il sesso. Questo è il caso di “Physical”, una traccia dance dai toni degli anni ’80 in cui The Aces si lamenta del loro disinteresse per le relazioni fottute. Vogliono di più, e non hanno paura di chiederlo.

Lady Gaga, “Sexx Dreams”

Gaga è un altro artista che è sempre stato sessualmente autonomo, ma la sua mentalità prende forma letterale in “Sexxx Dreams”, un electro banger a metà tempo su, hai indovinato, sogni sessuali. “Quando mi distendo sul letto mi tocco e penso a te”, grida Gap in maniera impenitente in pista mentre un battito di synth batte sullo sfondo. Considera che la faccia del poker è ufficialmente caduta.

Demi Lovato, “Body Say”

Nella sua cover story per novembre 2016 Fascino, Lovato ha rivelato di aver evitato di scrivere di sesso fino a “Body Say”. “Ho evitato di farlo”, ha detto. “Ho genitori che ascolteranno la mia musica! Ma mi sono reso conto che sto lasciando fuori un elemento dell’età adulta, ho scritto ‘Body Say’ poche settimane dopo, che è stato liberatorio, voglio scriverne di più”. La canzone, che Lovato dice è di essere “in sintonia” con il tuo corpo e sapere quello che vuoi, è il potere sessuale al meglio (e più divertente). “Accelera, piccola, fammi sudare … Se il mio corpo avesse voce in capitolo, non mi volerei allontanare”, canta.

Rihanna, “S & M”

Rihanna non ha scritto “S & M”, ma lo ha chiarito in un’intervista del 2011 con Rolling Stone che si identifica fortemente con la canzone. “Mi piace essere sculacciato”, ha detto. “Essere legato è divertente, mi piace tenerlo spontaneo.” noto.

Nicki Minaj feat. Beyoncé, “Feelin ‘Myself”

Minaj e Beyoncé sono stati pesantemente coinvolti nella stesura di “Feeling Myself”, che può essere interpretata come un tripudio alla masturbazione.

Miley Cyrus, “Bang Me Box”

Il record psichedelico di Cyrus Miley Cyrus & Her Dead Petz in gran parte volato sotto il radar, ma “Bang Me Box” vale un secondo (e terzo) ascolto. In pista, Cyrus (che si identifica come queer) è poetico sul suo desiderio di sesso con una donna. È una delle canzoni più in vista dell’amore gay nella memoria recente – e il fatto che provenisse da una popstar onnipresente come Cyrus è piuttosto enorme.

Marina and the Diamonds, “Sex Yeah”

In questa canzone elettrizzante dell’elettropop, Marina and the Diamonds lavora per rompere le catene sessuali che una società patriarcale pone sulle donne. “Se le donne fossero religiosamente riconosciute sessualmente, non dovremmo sentire la necessità di mostrare le nostre risorse per sentirci liberi”, canta. Ed è anche accattivante.